Tuesday, 08 June 2021 00:00

Apple WWDC 2021: macOS Monterey !

Apple presenta macOS Monterey.

Apple ha presentato durante l'apertura della WWDC 2021, l'evento online per sviluppatori, le principali novità di macOS Monterey, l'aggiornamento per computer desktop e portatili di Cupertino. Arriverà in autunno in versione finale mentre già da oggi può essere scaricato dai beta tester.

Tra le novità principali saltano all'occhio quelle relative alla privacy e alla gestione ottimizzata di certe attività. Ad esempio, con l'app 'Shortcuts for Mac' ('scorciatoie per Mac') sarà possibile automatizzare le operazioni, affinché vengano eseguite senza l'intervento dell'utente. All'apertura di FaceTime si potrà attivare il microfono oppure abbassare la luminosità dello schermo all'imbrunire. 

Secondo Apple, ci sono già centinaia di scorciatoie pre impostate, oltre a quelle personalizzabili a piacimento e compatibili anche con app di terze parti. Sul piano della privacy, il Centro di Controllo mostrerà un elenco di applicazioni che hanno avuto accesso al microfono di recente, con un led sia al fianco della webcam, come già accade ora, che sulla barra superiore di macOS. 

La riservatezza dei dati interessa anche il cloud, dove con Cloud+ si potranno nascondere gli account email controllabili via web, mentre con iCloud Private Relay verrà crittografato tutto il traffico in uscita dal dispositivo, in modo che nessuno possa intercettarlo o leggerlo. Le stesse opzioni, una volta abilitate sul Mac, verranno attivate anche sugli altri dispositivi registrati con lo stesso account. 

SharePlay è una nuova funzione di FaceTime che permette di condividere “esperienze”, mentre “Condivisi con te” aiuta a ritrovare facilmente i contenuti condivisi tramite Messaggi, visualizzandoli direttamente in Foto, Safari, Apple Podcast, Apple News e nell’app Apple TV.

Safari arriva con un importante aggiornamento: una barra delle tab semplificata e una efficace organizzazione delle tab con Tab Groups; i Comandi Rapidi arrivano sul Mac permettendo di automatizzare diverse attività quotidiane, mentre la funzione “Concentrazione” aiuta a concentrarsi riducendo le fonti di distrazione. Inoltre, Universal Control e AirPlay to Mac sono nuove funzioni di Continuity e offrono ancora più modi per lavorare in sinergia con tutti i dispositivi Apple.

 

Novità per Safari

Una nuova barra delle tab riprende il colore della pagina web e riunisce tab, barra delle tab e campo ricerca in un unico design compatto. I gruppi tab permettono di salvare e gestire le tab in nuovi modi: sono ideali per organizzare viaggi, fare shopping o salvare tutte le tab che l’utente visita ogni giorno. I gruppi tab sono anche sincronizzati su Mac, iPhone e iPad, quindi l’utente può continuare quello che stava facendo ovunque e condividere facilmente le tab con familiari o amici.

 

Comandi Rapidi su Mac

I Comandi Rapidi (di derivazione iOS) arrivano su Mac per aiutare l’utente ad automatizzare le attività di routine. Esattamente come su iPhone e iPad, i Comandi Rapidi permettono di eseguire velocemente azioni con le app che si usano di più. Grazie a una vasta serie di azioni predefinite specificamente pensate per Mac, l’utente può condividere in un attimo file, creare GIF animate e molto altro. Chi ha competenze più avanzate, può anche personalizzare le scorciatoie in base al suo flusso di lavoro usando il relativo editor. La funzione Comandi Rapidi è integrata in tutto macOS, inclusi barra dei menu, Finder, Spotlight e anche Siri, rendendo così estremamente semplice l’utilizzo di scorciatoie a prescindere dall’app che l’utente sta usando. L’utente può importare facilmente i flussi Automator esistenti in Comandi Rapidi e utilizzarli all’istante.

 

Nuove funzioni per Note

Le nuove funzioni di Note aiutano l’utente a organizzarsi, collaborare e creare note ovunque. Note rapide è un modo nuovo per gli utenti di scrivere appunti in qualsiasi app o sito, a livello di sistema, rendendo facile annotare idee al volo ogni volta che arriva l’ispirazione. L’utente può aggiungere link da un’app a una nota rapida per chiarire il contesto, anche su un sito web in Safari o su un indirizzo in Mappe. Quando lavora a progetti in Note con amici o colleghi, l’utente può aggiungere menzioni, vedere le modifiche apportate da altre persone nella vista delle attività e classificare le note utilizzando tag per poterle trovare rapidamente all’interno del nuovo Tag Browser e del sistema di cartelle smart basato su tag.

 

Funzione Concentrazione

La funzione Concentrazione permette a chi usa il Mac di filtrare le notifiche non pertinenti all’attività che sta svolgendo in quel momento, per evitare distrazioni inutili e migliorare la concentrazione. L’utente può segnalare il suo stato per far sapere alle altre altre persone che è concentrato su un’attività specifica e non è disponibile. Una volta impostata, la modalità Concentrazione viene sincronizzata automaticamente anche sugli altri dispositivi e può essere personalizzata in base all’attività che si sta svolgendo, come la preparazione di una presentazione o la conclusione di un progetto scolastico.

 

Nuove modalità per rimanere in contatto

FaceTime ora ha una serie di nuove funzioni audio e video che rendono le chiamate più naturali e autentiche. Grazie all’audio spaziale, le voci in una chiamata FaceTime sembrano provenire dal punto in cui l’interlocutore appare sullo schermo. L’Isolamento vocale assicura che la voce si senta chiaramente e utilizza il machine learning per eliminare i rumori di sottofondo, mentre la tecnologia Wide Spectrum riproduce tutti i suoni dell’ambiente, così i partecipanti sentiranno ogni dettaglio. La modalità Ritratto sfrutta il Neural Engine del chip Apple M1 per sfocare lo sfondo dell’utente, creando un eccezionale effetto video, e la nuova vista griglia mostra tutti i partecipanti all’interno di riquadri delle stesse dimensioni.

SharePlay è un potente set di funzioni di sistema che permette di condividere alcune esperienze durante una chiamata FaceTime. L’utente può condividere brani musicali, serie TV, film, progetti e altri contenuti con amici e familiari in tempo reale: per iniziare ad ascoltare insieme, guardare film e serie, collaborare nelle app attraverso la condivisione schermo e molto altro. E grazie a una semplice API, gli sviluppatori possono inserire le proprie app direttamente in FaceTime.

La funzione “Condivisi con te” aiuta a individuare facilmente i contenuti condivisi tramite Messaggi, come foto, video, articoli o altro, visualizzandoli in una tab “Condivisi con te” all’interno di Foto, Safari, Apple Podcast, Apple News e dell’app Apple TV.

 

Nuove funzioni Continuity

Con le nuove funzioni di Continuity, ora passare da un dispositivo Apple all’altro è ancora più facile. Controllo Universale permette di passare da Mac a iPad usando lo stesso mouse e la stessa tastiera: l’esperienza è fluida e non richiede alcuna configurazione. L’utente può anche trascinare i contenuti da un dispositivo all’altro, per esempio può fare uno schizzo con Apple Pencil su iPad e inserirlo all’istante in una slide di Keynote sul Mac.

Con l’arrivo di AirPlay su Mac, l’utente può riprodurre, mostrare o condividere pressoché qualsiasi contenuto proiettandolo direttamente sullo spettacolare display Retina del Mac dal suo iPhone o iPad. Il sistema audio ad alta fedeltà del Mac può essere utilizzato anche come altoparlante AirPlay per ascoltare musica o podcast, oppure si può usare il Mac come altoparlante secondario per un sistema audio multistanza.

 

Altre funzioni di macOS Monterey

Grazie al nuovo mappamondo interattivo di Mappe e a un’esplorazione delle aree urbane ancora più coinvolgente e dettagliata, l’utente può ammirare la bellezza della Terra da diverse prospettive sull’ampio e spettacolare display del Mac.

Testo live utilizza il machine learning on-device per rilevare il testo all’interno delle foto, inclusi numeri di telefono, siti web, indirizzi e codici di tracking, così l’utente può copiare e incollare le informazioni, fare una chiamata, aprire un sito e trovare informazioni. Anche Visual Lookup utilizza il machine learning per permettere agli utenti di identificare e avere informazioni sugli elementi presenti in una foto, come animali, opere d’arte, siti iconici, piante e altro. Queste funzioni sono disponibili in tutto macOS, comprese app come Foto, Messaggi e Safari.

iCloud+ combina tutte le caratteristiche più amate di iCloud a nuove funzioni premium, fra cui “Nascondi la mia e-mail”, il supporto esteso per “Video sicuro di HomeKit” e iCloud Private Relay, un nuovo innovatovo servizio per la privacy su internet, senza costi aggiuntivi.1

Sui Mac con chip M1, AirPods Pro e AirPods Max offrono un effetto surround da cinema grazie all’audio spaziale.

Funzioni per la privacy come “Protezione della privacy di Mail” permettono all’utente di scegliere se le email possono raccogliere informazioni sull’utilizzo della posta mentre l’indicatore di registrazione del Mac ora mostra quale app stia accedendo al microfono.

Le nuove funzioni di accessibilità permettono a qualsiasi utente di inserire testo alternativo per la descrizione delle immagini direttamente da Modifica. Non solo: l’accesso completo alla tastiera, ora migliorato, e le nuove opzioni per la personalizzazione del cursore danno maggiore flessibilità nell’uso del Mac.

La developer beta di macOS Monterey è disponibile per i membri dell’Apple Developer Program su developer.apple.com già da oggi. La versione beta pubblica sarà disponibile per tutti gli utenti Mac dal mese prossimo su beta.apple.com. macOS Monterey sarà disponibile in autunno come aggiornamento software gratuito.

 

I Mac compatibili con il futuro sistema operativo, sono:

• ‌iMac‌ Fine 2015 e seguenti

• ‌iMac‌ Pro 2017 e seguenti

• MacBook Air‌ Iìinizio 2015 e seguenti

• MacBook Pro inizio 2015 e seguenti

• Mac Pro fine 2013 e seguenti

• Mac mini fine 2014 e seguenti

• MacBook inizio 2016 e seguenti

Apple riferisce che acOS Monterey sarà compatibile” con il numero più ampio di modelli Mac di sempre”, inclusi i nuovi iMac, MacBook Air, MacBook Pro 13″ e Mac mini, così come i Mac con processore Intel. Rispetto a macOS 11 Big Sur è stato ad ogni modo eliminato il supporto per alcuni modelli di MacBook Air e iMac.