Lunedì, 11 Settembre 2017 00:00

Il nuovo iPhone si chiamerà iPhone X: Il 12 settembre la presentazione ufficiale.

L’iPhone del decennale (2007-2017) si chiamerà iPhone X, arriverà  insieme all’iPhone 8 e all’8 Plus.

La fotocamera anteriore fara’ funzionare FaceID, il nuovo sistema di sicurezza che riconoscerà il volto attraverso una scansione in 3D.

Il riconoscimento facciale è una funzione da tempo disponibile su altri smartphone Android, ma la tecnologia usata nell’iPhone X è differente da quella adottata ad esempio sul Galaxy S8 o sul Note 8 di Samsung. È stata sviluppata da RealFace, una azienda israeliana che Apple ha acquistato qualche mese fa e dovrebbe essere molto più affidabile, tanto da riconoscere la stessa persona con e senza occhiali, e soprattutto distinguere tra volti reali e fotografie. Sul modello maggiore, FaceID dovrebbe sostituire la scansione dell’impronta digitale (TouchID) per tutte le operazione di sblocco e accesso ai dati sensibili, dunque anche per i pagamenti con Apple Pay.  

Nuovi anche alcuni sfondi per il display, dove colpisce la predominanza del nero. Sembra una questione estetica, ma invece svela molto delle soluzioni tecniche e del design che vedremo sul prossimo iPhone. Intanto conferma la presenza di un display Oled (prodotto da Samsung), che da spento sarà completamente nero: a differenza dell’attuale Lcd, infatti, il nero sarà ottenuto spegnendo completamente i singoli pixel, non oscurando la luce dei led sotto lo schermo. Incidentalmente, questo potrebbe avere qualche effetto positivo sulla durata della batteria.

Come previsto, il display coprirà quasi per intero la parte frontale, con un piccolo rientro in alto per ospitare l’altoparlante e la fotocamera. La novità è la scomparsa del tasto home, sostituito da una barretta in basso nella schermata; alcune funzioni saranno invece svolte dal pulsante laterale di accensione, denominato “side button”.  

Per la fotocamera ci si aspettano nuove modalità ritratto, c’è da capire se saranno limitate al solo modello top o anche a tutti quelli dotati di doppia fotocamera; potrebbero anche riferirsi a effetti particolari ottenibili con l’uso del flash. Rivedute anche le impostazioni dei video, che potranno arrivare a 1080p e 240 frame al secondo oppure a 4K e 60 frame al secondo.