4 Luglio: il più grande attacco hacker della storia.

Il gruppo di cybercriminali, noto come REvil, ha portato a termine un attacco ransomware al nuovo bersaglio Kaseya VSA, la piattaforma cloud per la gestione dei servizi IT.

Il ransomware è stato "veicolato" tramite un aggiornamento software.

 

Colpite oltre 1.000 aziende

Kaseya VSA è una piattaforma software per il monitoraggio e la gestione remota delle infrastrutture IT. Molte aziende affidano la gestione in outsourcing ai cosiddetti MSP (Managed Service Provider). I cybercriminali hanno quindi attaccato circa 30 MSP in diversi paesi del mondo e quindi oltre 1.000 loro clienti. Kaseya ha confermato l'accaduto, specificando che sono stati colpiti solo i server VSA (on-premises), non i server SaaS. Per sicurezza, la software house statunitense ha spento anche i server SaaS.

 

Sfruttando una vulnerabilità in Kaseya VSA, i cybercriminali hanno distribuito un finto aggiornamento contenente il ransomware. Al momento della sua esecuzione viene avviato il processo di cifratura dei file. Il malware esegue anche uno script PowerShell per disattivare varie funzionalità di Microsoft Defender.

Per ricevere la chiave di decifrazione sono stati chiesti riscatti di circa 50.000 dollari alle piccole aziende e fino a 5 milioni di dollari alle grandi aziende. Ovviamente il pagamento deve essere effettuato in criptovaluta. Non è chiaro se sono stati sottratti dati dai computer colpiti.

Kaseya rilascerà un Compromise Detection Tool che permette di recuperare i file e distribuirà presto una patch per correggere la vulnerabilità. I server VSA dovranno essere riavviati solo dopo l'installazione dell'update.

Monday, 28 June 2021 00:00

Microsoft presenta Windows 11.

In occasione dell’evento “What’s Next for Windows”, Microsoft ha annunciato la nuova versione del proprio sistema operativo: Windows 11. 
 
Windows 11 sarà disponibile sui nuovi PC e attraverso un aggiornamento gratuito per chi ha gia' un PC idoneo con installato Windows 10 entro la fine di quest’anno.

I PC con Windows 11 preinstallato saranno disponibili nel corso dell’anno.

Microsoft ha presentato ufficialmente Windows 11, la nuova versione del sistema operativo di casa che debutterà a fine anno come aggiornamento libero su tutti i computer con la versione 10 a bordo. Facciamo un riepilogo delle novità con undici cose da sapere. Come anticipato dai vari rumors, la base di Windows 11 è quella del mai nato Windows 10x, che è stato di fatto integrato soprattutto a livello di interfaccia grafica. Il nuovo Menu Start di Windows 11 è piazzato al centro della taskbar; non una rivoluzione drastica come quella delle live tiles di Windows 8, ma un cambiamento più soft. Una delle fondamenta del nuovo Os è quella di offrire diversi layout dinamici tra i quali muoversi scegliendoli rapidamente e dividendo lo spazio di lavoro a seconda delle app e funzioni in uso.

La posizione delle app nei vari layout sarà ricordata nel caso in cui si passasse da uno schermo a un altro per esempio passando dal notebook al computer desktop di casa. I requisiti minimi di Windows 11 sono un processore a 64 bit con velocità di clock minimo pari a 1 GHz e 2 o più core, un quantitativo di 4 gb di ram e uno spazio di archiviazione disponibile di almeno 64 gb. Per controllare l’hardware del proprio computer si può usare l’utilità Pc Health Check gratuita. Il download di Windows 11 sarà gratuito su un computer con sistema operativo Windows 10 già installato, come un aggiornamento e in modo simile a quanto avvenuto con il passaggio da Windows 7 al 10.

L’uscita e la disponibilità di Windows 11 è prevista per la fine del 2021 / inizio 2022.

Tuesday, 08 June 2021 00:00

Apple WWDC 2021: macOS Monterey !

Apple presenta macOS Monterey.

Apple ha presentato durante l'apertura della WWDC 2021, l'evento online per sviluppatori, le principali novità di macOS Monterey, l'aggiornamento per computer desktop e portatili di Cupertino. Arriverà in autunno in versione finale mentre già da oggi può essere scaricato dai beta tester.

Tra le novità principali saltano all'occhio quelle relative alla privacy e alla gestione ottimizzata di certe attività. Ad esempio, con l'app 'Shortcuts for Mac' ('scorciatoie per Mac') sarà possibile automatizzare le operazioni, affinché vengano eseguite senza l'intervento dell'utente. All'apertura di FaceTime si potrà attivare il microfono oppure abbassare la luminosità dello schermo all'imbrunire. 

Secondo Apple, ci sono già centinaia di scorciatoie pre impostate, oltre a quelle personalizzabili a piacimento e compatibili anche con app di terze parti. Sul piano della privacy, il Centro di Controllo mostrerà un elenco di applicazioni che hanno avuto accesso al microfono di recente, con un led sia al fianco della webcam, come già accade ora, che sulla barra superiore di macOS. 

La riservatezza dei dati interessa anche il cloud, dove con Cloud+ si potranno nascondere gli account email controllabili via web, mentre con iCloud Private Relay verrà crittografato tutto il traffico in uscita dal dispositivo, in modo che nessuno possa intercettarlo o leggerlo. Le stesse opzioni, una volta abilitate sul Mac, verranno attivate anche sugli altri dispositivi registrati con lo stesso account. 

SharePlay è una nuova funzione di FaceTime che permette di condividere “esperienze”, mentre “Condivisi con te” aiuta a ritrovare facilmente i contenuti condivisi tramite Messaggi, visualizzandoli direttamente in Foto, Safari, Apple Podcast, Apple News e nell’app Apple TV.

Safari arriva con un importante aggiornamento: una barra delle tab semplificata e una efficace organizzazione delle tab con Tab Groups; i Comandi Rapidi arrivano sul Mac permettendo di automatizzare diverse attività quotidiane, mentre la funzione “Concentrazione” aiuta a concentrarsi riducendo le fonti di distrazione. Inoltre, Universal Control e AirPlay to Mac sono nuove funzioni di Continuity e offrono ancora più modi per lavorare in sinergia con tutti i dispositivi Apple.

 

Novità per Safari

Una nuova barra delle tab riprende il colore della pagina web e riunisce tab, barra delle tab e campo ricerca in un unico design compatto. I gruppi tab permettono di salvare e gestire le tab in nuovi modi: sono ideali per organizzare viaggi, fare shopping o salvare tutte le tab che l’utente visita ogni giorno. I gruppi tab sono anche sincronizzati su Mac, iPhone e iPad, quindi l’utente può continuare quello che stava facendo ovunque e condividere facilmente le tab con familiari o amici.

 

Comandi Rapidi su Mac

I Comandi Rapidi (di derivazione iOS) arrivano su Mac per aiutare l’utente ad automatizzare le attività di routine. Esattamente come su iPhone e iPad, i Comandi Rapidi permettono di eseguire velocemente azioni con le app che si usano di più. Grazie a una vasta serie di azioni predefinite specificamente pensate per Mac, l’utente può condividere in un attimo file, creare GIF animate e molto altro. Chi ha competenze più avanzate, può anche personalizzare le scorciatoie in base al suo flusso di lavoro usando il relativo editor. La funzione Comandi Rapidi è integrata in tutto macOS, inclusi barra dei menu, Finder, Spotlight e anche Siri, rendendo così estremamente semplice l’utilizzo di scorciatoie a prescindere dall’app che l’utente sta usando. L’utente può importare facilmente i flussi Automator esistenti in Comandi Rapidi e utilizzarli all’istante.

 

Nuove funzioni per Note

Le nuove funzioni di Note aiutano l’utente a organizzarsi, collaborare e creare note ovunque. Note rapide è un modo nuovo per gli utenti di scrivere appunti in qualsiasi app o sito, a livello di sistema, rendendo facile annotare idee al volo ogni volta che arriva l’ispirazione. L’utente può aggiungere link da un’app a una nota rapida per chiarire il contesto, anche su un sito web in Safari o su un indirizzo in Mappe. Quando lavora a progetti in Note con amici o colleghi, l’utente può aggiungere menzioni, vedere le modifiche apportate da altre persone nella vista delle attività e classificare le note utilizzando tag per poterle trovare rapidamente all’interno del nuovo Tag Browser e del sistema di cartelle smart basato su tag.

 

Funzione Concentrazione

La funzione Concentrazione permette a chi usa il Mac di filtrare le notifiche non pertinenti all’attività che sta svolgendo in quel momento, per evitare distrazioni inutili e migliorare la concentrazione. L’utente può segnalare il suo stato per far sapere alle altre altre persone che è concentrato su un’attività specifica e non è disponibile. Una volta impostata, la modalità Concentrazione viene sincronizzata automaticamente anche sugli altri dispositivi e può essere personalizzata in base all’attività che si sta svolgendo, come la preparazione di una presentazione o la conclusione di un progetto scolastico.

 

Nuove modalità per rimanere in contatto

FaceTime ora ha una serie di nuove funzioni audio e video che rendono le chiamate più naturali e autentiche. Grazie all’audio spaziale, le voci in una chiamata FaceTime sembrano provenire dal punto in cui l’interlocutore appare sullo schermo. L’Isolamento vocale assicura che la voce si senta chiaramente e utilizza il machine learning per eliminare i rumori di sottofondo, mentre la tecnologia Wide Spectrum riproduce tutti i suoni dell’ambiente, così i partecipanti sentiranno ogni dettaglio. La modalità Ritratto sfrutta il Neural Engine del chip Apple M1 per sfocare lo sfondo dell’utente, creando un eccezionale effetto video, e la nuova vista griglia mostra tutti i partecipanti all’interno di riquadri delle stesse dimensioni.

SharePlay è un potente set di funzioni di sistema che permette di condividere alcune esperienze durante una chiamata FaceTime. L’utente può condividere brani musicali, serie TV, film, progetti e altri contenuti con amici e familiari in tempo reale: per iniziare ad ascoltare insieme, guardare film e serie, collaborare nelle app attraverso la condivisione schermo e molto altro. E grazie a una semplice API, gli sviluppatori possono inserire le proprie app direttamente in FaceTime.

La funzione “Condivisi con te” aiuta a individuare facilmente i contenuti condivisi tramite Messaggi, come foto, video, articoli o altro, visualizzandoli in una tab “Condivisi con te” all’interno di Foto, Safari, Apple Podcast, Apple News e dell’app Apple TV.

 

Nuove funzioni Continuity

Con le nuove funzioni di Continuity, ora passare da un dispositivo Apple all’altro è ancora più facile. Controllo Universale permette di passare da Mac a iPad usando lo stesso mouse e la stessa tastiera: l’esperienza è fluida e non richiede alcuna configurazione. L’utente può anche trascinare i contenuti da un dispositivo all’altro, per esempio può fare uno schizzo con Apple Pencil su iPad e inserirlo all’istante in una slide di Keynote sul Mac.

Con l’arrivo di AirPlay su Mac, l’utente può riprodurre, mostrare o condividere pressoché qualsiasi contenuto proiettandolo direttamente sullo spettacolare display Retina del Mac dal suo iPhone o iPad. Il sistema audio ad alta fedeltà del Mac può essere utilizzato anche come altoparlante AirPlay per ascoltare musica o podcast, oppure si può usare il Mac come altoparlante secondario per un sistema audio multistanza.

 

Altre funzioni di macOS Monterey

Grazie al nuovo mappamondo interattivo di Mappe e a un’esplorazione delle aree urbane ancora più coinvolgente e dettagliata, l’utente può ammirare la bellezza della Terra da diverse prospettive sull’ampio e spettacolare display del Mac.

Testo live utilizza il machine learning on-device per rilevare il testo all’interno delle foto, inclusi numeri di telefono, siti web, indirizzi e codici di tracking, così l’utente può copiare e incollare le informazioni, fare una chiamata, aprire un sito e trovare informazioni. Anche Visual Lookup utilizza il machine learning per permettere agli utenti di identificare e avere informazioni sugli elementi presenti in una foto, come animali, opere d’arte, siti iconici, piante e altro. Queste funzioni sono disponibili in tutto macOS, comprese app come Foto, Messaggi e Safari.

iCloud+ combina tutte le caratteristiche più amate di iCloud a nuove funzioni premium, fra cui “Nascondi la mia e-mail”, il supporto esteso per “Video sicuro di HomeKit” e iCloud Private Relay, un nuovo innovatovo servizio per la privacy su internet, senza costi aggiuntivi.1

Sui Mac con chip M1, AirPods Pro e AirPods Max offrono un effetto surround da cinema grazie all’audio spaziale.

Funzioni per la privacy come “Protezione della privacy di Mail” permettono all’utente di scegliere se le email possono raccogliere informazioni sull’utilizzo della posta mentre l’indicatore di registrazione del Mac ora mostra quale app stia accedendo al microfono.

Le nuove funzioni di accessibilità permettono a qualsiasi utente di inserire testo alternativo per la descrizione delle immagini direttamente da Modifica. Non solo: l’accesso completo alla tastiera, ora migliorato, e le nuove opzioni per la personalizzazione del cursore danno maggiore flessibilità nell’uso del Mac.

La developer beta di macOS Monterey è disponibile per i membri dell’Apple Developer Program su developer.apple.com già da oggi. La versione beta pubblica sarà disponibile per tutti gli utenti Mac dal mese prossimo su beta.apple.com. macOS Monterey sarà disponibile in autunno come aggiornamento software gratuito.

 

I Mac compatibili con il futuro sistema operativo, sono:

• ‌iMac‌ Fine 2015 e seguenti

• ‌iMac‌ Pro 2017 e seguenti

• MacBook Air‌ Iìinizio 2015 e seguenti

• MacBook Pro inizio 2015 e seguenti

• Mac Pro fine 2013 e seguenti

• Mac mini fine 2014 e seguenti

• MacBook inizio 2016 e seguenti

Apple riferisce che acOS Monterey sarà compatibile” con il numero più ampio di modelli Mac di sempre”, inclusi i nuovi iMac, MacBook Air, MacBook Pro 13″ e Mac mini, così come i Mac con processore Intel. Rispetto a macOS 11 Big Sur è stato ad ogni modo eliminato il supporto per alcuni modelli di MacBook Air e iMac.

 

 iOS 15, tutte le novità.

Apple ha annunciato l’anteprima di iOS 15, importante aggiornamento che arriverà in autunno nella versione definitiva e con potenti funzioni che promettono di migliorare l’esperienza d’uso di iPhone. Includera' importanti aggiornamenti a FaceTime, nuova funzione Concentrazione per ridurre le distrazioni, intelligenza on-device migliorata.

iOs 15 sarà compatibile con praticamente tutti i dispositivi con cui compatibile iOS 14. In particolare iOS 15 resterà compatibile anche con iPhone 6s che ci si attendeva sarebbe stato “affondato” il prossimo autunno. Questo si traduce in una longevità rimarchevole visto che questo dispositivo è stato presentato nel 2014. Potranno avere a disposizione il più moderno dei sistemi operativi anche iPhone SE e il vecchio iPad mini 4.

 

Le novità di iPadOS 15

Anche per il sistema operativo dei tablet di Cupertino è in arrivo iPadOS 15 che offrira' un’esperienza di multitasking più intuitiva, una nuova schermata Home con widget integrati, la Libreria app, appunti a livello di sistema con Note rapide, SharePlay, novità per Safari e tanto altro ancora.

 

Apple svela watchOS 8

Alla WWDC Apple ha presentato tutte le novità di watchOS 8, prossima versione di sistema, che approderà su Apple Watch 7 e dispositivi compatibili.

Aggiornamenti a Mindfulness, l’app che aiuta a mantenere una corretta respirazione, adesso diventa più performante e aiuta a respirare meglio.

Arriva anche l’app “riflessi”, con suggerimenti zen e animazioni per aiutare ad avere meno stress. La nuova app Sonno permette di tracciare il tasso di respirazione, per capire come si respira e se cambia la tendenza respiratoria, facendo emergere eventuali problemi.

WatchOS 8 permetterà di sfruttare al meglio le foto e creare quadranti perfetti con queste ultime. Le foto sul quadrante dell’orologio si potranno anche condividere con altre persone, direttamente dall’orologio. Migliorate anche le app Fitness e Salute.

 

Tuesday, 25 May 2021 00:00

Aggiornamento iOS 14.6 e Big Sur 11.4

Apple ha rilasciato aggiornamento a iOS 14.6 e iPadOS 14.6

L'update include il supporto per gli abbonamenti nell’app Podcast e risoluzioni di problemi per iPhone.

 

Questa versione risolve anche i seguenti problemi:

Lo sblocco tramite Apple Watch poteva non funzionare dopo aver utilizzato “Blocca iPhone” su Apple Watch.

I promemoria potevano apparire come righe vuote.

Le estensioni per il blocco delle chiamate potevano non apparire in Impostazioni.

I dispositivi Bluetooth a volte potevano disconnettersi o inviare l’audio a un altro dispositivo durante una chiamata in corso.

iPhone poteva presentare prestazioni ridotte durante l’avvio. 

 

 

Apple ha rilasciato l’aggiornamento a macOS Big Sur 11.4, settimo update di ‌macOS 11 sistema operativo presentato a novembre.

Arriva a soli 20 giorni dal rilascio dell’aggiornamento precedente (build 20E241) versione che integra soluzioni a diversi bug.

Nelle note di rilascio di macOS 11.4, Apple indica – per i Mac con CPU Intel – il supporto per GPU AMD con architettura Navi RDNA2 (6800, 6800XT e 6900XT), utilizzabili come schede video esterne in box Thunderbolt 3 (eGPU).

Il supporto per GPU con architettura Navi RDNA2 dovrebbe offrire migliorie in termini di performance. Sui Mac con CPU Intel è possibile sfruttare varie GPU esterne; una eGPU può essere utile per aumentare le prestazioni grafiche del Mac con app professionali, giochi in 3D, creazione di contenuti VR e altro ancora, accelerando le app Metal, OpenGL e OpenCL.

Ricordiamo che i Mac con CPU Apple Silicon non supportano – almeno per il momento – GPU esterne via Thunderbolt.

Altra novità è il supporto per l’audio spaziale e formati Lossless Audio in Apple Music.

Apple consiglia di aggiornare macOS prima possibile.

E'possibile scaricare l’aggiornamento a macOS Big Sur‌ 11.4 dalla sezione Aggiornamento Software delle Preferenze di Sistema.

 


Torna alle NEWS

Apple ha rilasciato aggiornamento a iOS 14.5.1 e iPadOS 14.5.1.

A pochi giorni dal rilascio dell'ultimissima versione del sistema operativo iOS e iPadOS , Apple ha rilasciato l’aggiornamento a iOS 14.5.1 e/iPadOS 14.5.1.

L'update integra “risouzioni di problemi e fornisce importanti aggiornamenti alla sicurezza”. Nelle note di rilascio, si legge che questo aggiornamento risolve un problema relativo alla trasparenza del tracciamento da parte delle app per il quale alcuni utenti che avevano precedentemente disattivato “Richiesta tracciamento attività” in Impostazioni potevano non ricevere le richieste dalle app dopo aver riabilitato l’opzione. L’aggiornamento fornisce anche importanti miglioramenti alla sicurezza ed è consigliato a tutti gli utenti.

 

Rilasciato aggiornamento a macOS Big Sur 11.3.1 con fix per la sicurezza.

A pochi giorni dal rilascio della versione definitiva di macOS 11.3, Apple ha rilasciato l’update a macOS Big Sur 11.3.1, aggiornamento che integra importanti fix relativi alla sicurezza. In un documento con dettagli sulle vulnerabilità risolte, Apple spiega che l’aggiornamento risolve un problema di corruzione della memoria e di overflow di numeri interi (Integer overflow), un problema che si verifica quando un’operazione aritmetica tenta di creare un valore numerico al di fuori dell’intervallo che può essere rappresentato con un determinato numero di cifre. Apple consiglia di aggiornare macOS prima possibile. Come sempre è possibile eseguire l’aggiornamento dalla sezione “Aggiornamento Software” delle Preferenze di Sistema. 

 


Torna alle NEWS

Disponibili iOS e iPadOS 14.5 con importante fix per la sicurezza.

iOS 14.5 e iPadOS 14.5 sono disponibili al pubblico. Questo aggiornamento è indispensabile soprattutto per chi utilizza AirTag perché ne permette il funzionamento, ma come tutti gli aggiornamenti di sistema è consigliato per tutti i dispositivi che lo supportano perché, oltre a introdurre nuove funzioni, va a correggere tutti quei bug e quelle falle di sistema che potrebbero comprometterne la sicurezza.

Tra le novità più importanti c’è la possibilità di utilizzare un Apple Watch come sistema di autenticazione secondario per Face ID e l’abilitazione della funzione di trasparenza sul tracciamento delle applicazioni, oltre a diverse novità per Siri, Mappe, News e l’app Podcast.

 

Disponibile aggiornamento a macOS Big Sur 11.3.

Apple ha rilasciato l’aggiornamento a macOS Big Sur 11.3, integra il supporto per AirTag, risolve un problema con i monitor 4K e altri bug.

Integra non solo alcune nuove funzionalità ma anche aggiornamenti relativi alla sicurezza.

I dispositivi Apple basati su sistema operativo macOS sono stati, a quanto pare, a lungo esposti ad una grave vulnerabilità ora risolta con l’aggiornamento macOS Big Sur 11.3. Il problema è stato reso pubblico negli ultimi giorni, precisando tutto quanto ha preceduto l’update di sicurezza rilasciato. La scoperta è firmata dal ricercatore Cedric Owens.

Il bug di macOS

Un errore nella routine, consentiva a specifici file di bypassare tutti i controlli fino ad arrivare alla libera esecuzione senza problema alcuno.

La scoperta di Cedric Owens è relativa a file appositamente sviluppati in grado di aggirare in qualche modo i controlli insiti nel sistema di sicurezza di macOS, fino a portare all’esecuzione di codice arbitrario. Un file opportunamente confezionato avrebbe potuto fare di macOS ciò che avrebbe voluto, fino al controllo pressoché completo di applicazioni e dati. 

La segnalazione ha consentito ad Apple di approfondire il problema fino a giungere ad una spiegazione. Non si sarebbe trattato di un vero e proprio bug in termini di codifica, ma di una sorta di vulnerabilità logica nella programmazione. Si sarebbero verificati tentativi di exploit risalenti a pochi mesi fa, ma la sensazione è che il problema non sia mai effettivamente deflagrato, o almeno non se ne segnalano casi ulteriori. Con l’aggiornamento del sistema operativo il bug è risolto e mette completamente al riparo il sistema da eventuali attacchi di questo tipo, nei quali sarebbe potuto bastare un click improvvido per mettere in grave pericolo il proprio Mac.

 

Disponibile inoltre watchOS 7.4: introdotta la funzionalita' per iPhone X e modelli successivi per sbloccare iPhone utilizzando Face ID e indossando comunque la mascherina.


Torna alle NEWS

Wednesday, 21 April 2021 00:00

Apple: Spring Loaded

 

Wednesday, 21 April 2021 00:00

Apple rivoluziona l’iMac !

Spring Loaded

I nuovi iMac 24"