Nuovo aggiornamento semestrale per Windows 10 October 2020 Update.

L’aggiornamento 20H2 porta con sé soprattutto la correzione dei bug riscontrati nelle release precedenti e miglioramenti per quanto concerne la stabilità della piattaforma, ma anche un ritocco estetico al menu Start. Alcune novità riguardano la gestione delle notifiche, l’integrazione della release del browser Edge basata su Chromium, la personalizzazione della barra delle applicazioni, una nuova interfaccia per la modalità tablet attivabile sui dispositivi 2-in-1 e il supporto a Xbox Game Pass su PC.

Wednesday, 21 October 2020 00:00

Adobe Max 2020.

In occasione dell’evento Adobe Max 2020, Adobe presenta importanti aggiornamenti, centinaia di migliorie e novità per i software della Creative Cloud.

La software house di San Jose riferisce di avere interpellato negli ultimi mesi molti suoi clienti del settore creativo, sia tramite sondaggio formale, sia con videochiamate con Zoom, e tra le funzionalità più richieste dagli utenti quelle di nuovi strumenti per migliorare le proprie conoscenze in generale e altre per la collaborazione da remoto.

Tra le numerose novità di Adobe Max 2020 è stato ufficialmente lanciato anche Illustrator per iPad, presto disponibile su App Store e incluso nella Creative Cloud. Con il lancio di questa versione e l’introduzione dei documenti cloud su Illiustrator, il software di disegno vettoriale diventa ancora più flessibile e versatile. È possibile cominciare a disegnare sul desktop per continuare su iPad e viceversa. Secondo Adobe i designer che hanno provato Illustrator su iPad lo trovano «Intuitivo, efficiente e semplicemente divertente da usare».

Apple ha rilasciato l’aggiornameno a iOS 14.1 e iPadOS 14.1.

Nelle note d rilascio, Apple spiega che iOS 14.1 “include risoluzioni di problemi”. In dettaglio, Apple riferirisce:

• Aggiunto il supporto per la riproduzione e la modifica di video HDR a 10 bit in Foto per iPhone 8 e modelli successivi.

• Risolto un problema per il quale alcuni widget, cartelle e icone venivano mostrati a dimensioni ridotte sulla schermata Home.

• Risolto un problema per il quale il trascinamento dei widget sulla schermata Home poteva causare la rimozione di app dalle cartelle.

• Risolto un problema per il quale alcune e-mail in Mail venivano inviate da un alias errato.

• Risolto un problema che poteva impedire la visualizzazione delle informazioni sulla zona nelle chiamate in entrata.

• Risolto un problema su alcuni dispositivi per il quale l’utilizzo della modalità di visualizzazione con zoom insieme a un codice alfanumerico potevano causare una sovrapposizione del pulsante per le chiamate di emergenza con la casella di inserimento del testo in “Blocco schermo”.

• Risolto un problema per il quale alcuni utenti occasionalmente non erano in grado di scaricare o aggiungere brani alla libreria durante la visualizzazione di un album o di una playlist.

• Risolto un problema che poteva impedire la visualizzazione degli zero in Calcolatrice.

• Risolto un problema per il quale la risoluzione dei video in streaming poteva venire momentaneamente ridotta all’inizio della riproduzione.

• Risolto un problema che poteva impedire ad alcuni utenti di configurare l’Apple Watch di un membro della famiglia.

• Risolto un problema per il quale il materiale della cassa di Apple Watch veniva mostrato in modo errato nell’app Watch.

• Risolto un problema nell’app File per il quale alcuni fornitori di servizi cloud con gestione MDM potevano mostrare erroneamente dei contenuti come non disponibili.

• Migliorata la compatibilità con access point wireless Ubiquiti.

 


Torna alle NEWS

Microsoft ha annunciato che il supporto di Office 2016 per Mac terminerà il 13 ottobre 2020: si tratta della versione del pacchetto Office proposto in vendita fin dal 2015 con licenza perpetua. 

 

Con la la fine del supporto non si riceveranno più gli aggiornamenti del software di Office 2016 per Mac da Microsoft Update, non si riceveranno più gli aggiornamenti della sicurezza, non si riceverà più supporto tecnico tramite chat o telefono e non verranno forniti ulteriori aggiornamenti per le guide.

Ovviamente sara' comunque possibile usare Office 2016 per Mac, dopo il 13 ottobre 2020. Microsoft sugegrisce a chi lo desidera di eseguire l’aggiornamento a una versione più recente di Office, in modo da avere sempre a disposizione tutte le ultime funzionalità, le patch e gli aggiornamenti della sicurezza.

È possibile effettuare l’aggiornamento a Microsoft 365, la versione in abbonamento di Office che include Word, Excel, PowerPoint e altre app, in base al piano scelto. Con un unico abbonamento è consentito di usare le app sia nel Mac che nel PC, oltre che su smartphone e tablet.

In alternativa è possibile acquistare Office 2019 per Mac in copia unica (non in abbonamento) per l’installazione su un solo Mac.

La prossima versione della suite di produttività Microsoft con licenza perpetua e' prevista per il prossimo 2021 sia per Mac che per Windows.

Friday, 25 September 2020 00:00

Catalina 10.15.7 e ultimi aggiornamenti Apple

Apple ha rilasciato gli ultimissimi aggiornamenti per il sistema operativo macOS ed iOS.

Disponibile aggiornamento a macOS Catalina, ora alla versione 10.15.7. Risolto il problema di grafica che poteva verificarsi su iMac Retina 5K, 27" 2020 con la Radeon Pro 5700 XT. L'update e' disponibile anche nella versione Combo.

 

Disponibile watchOS 7.0.1

Apple ha rilasciato watchOS 7.0.1 per Apple Watch. Questa release arriva a pochi giorni da watchOS 7 e contiene miglioramenti e risoluzioni di problemi, tra cui la soluzione a un problema per il quale alcune carte di pagamento in Wallet erano disabilitate per alcuni utenti.

 

Aggiornamenti di sicurezza per macOS High Sierra e Mojave

Rilasciati aggiornamenti di sicurezza per i sistemi operativi più vecchi, con update per macOS 10.14 Mojave e macOS 10.13 High Sierra.

 

Disponibile aggiornamento a iOS 14.01

A pochi giorni di distanza dalla disponibilità di iOS 14, Apple ha rilasciato l'aggiornamento a iOS 14.01. Risolti alcuni bug.

 


Torna alle NEWS

Apple presenta Apple Watch Serie 6, che non stupisce per design e che si rifà esteticamente ai precedenti modelli. Ci sono nuove colorazioni, come il Rosso e il Blu, e con nuove funzionalità grazie a watchOS 7, come la possibilità di misurare i livelli di ossigeno nel sangue. E' una funzione che offre agli utenti ancora più informazioni sul loro stato di salute generale. Apple Watch Series 6 presenta importanti miglioramenti all’hardware, come un System in Package (SiP) S6 più veloce e un altimetro always-on di ultima generazione, nella linea più colorata di sempre, con nuovi colori di finiture per le casse e nuovi cinturini.

Apple Watch SE è un Serie 6 "depotenziato".

Lo smartwatch economico di Apple è finalmente realtà. Apple ha introdotto il concetto di una nuova modalità dedicata alla famiglia (denominato Family Setup, ndr) con cui è possibile usare un solo telefono per attivare più di uno smartwatch da mettere poi al polso dei propri familiari che non hanno uno smartphone. Quindi bambini in primis, ma anche gli anziani che con la tecnologia non si trovano a proprio agio.

Un Apple Watch attivato in questo modo serve per tenersi in contatto in qualsiasi momento, anche quando appunto non c’è un telefono a portata di mano. Ma anche per scambiare messaggi e tenere traccia della posizione grazie al GPS incorporato. Così i genitori sanno sempre dove sono i propri figli, che al contempo possono tenere traccia della propria attività fisica direttamente dal polso. C’è la modalità “Non Disturbare” che si può attivare in remoto o nei momenti della giornata in cui la tecnologia non deve distrarre, come ad esempio durante le lezioni o mentre si studia.

Apple Watch SE è infatti un Apple Watch in tutto e per tutto: ha il design della nuova Serie 6 ma il chip S5 dello scorso anno, con tutti i sensori principali compreso il sistema che utilizza giroscopio e altimetro per capire se una persona cade e, in tal caso, avviare la modalità SOS per la chiamata di emergenza. E’ consigliato quindi anche con gli anziani che così si ritrovano al polso un orologio depotenziabile per leggere magari soltanto l’ora, ma al contempo possono essere tenuti d’occhio da figli e parenti sia per quanto riguarda la posizione che per la salute. Mancano solo le funzioni più sofisticate, come ad esempio l’ECG o il nuovo sistema per la misurazione della saturazione esclusivo di Apple Watch Serie 6.

Queste funzioni per ora interesseranno però soltanto il pubblico americano e tutti gli altri paesi in cui è possibile attivare il piano telefonico per l’orologio, quindi al momento l’Italia è fuori dai giochi, anche se Apple Watch SE sarà probabilmente in vendita per tutti quelli che desiderano mettersi al polso un Apple Watch di recente generazione ad un prezzo vantaggioso.

 

Apple presenta iPad 8, ancor più veloce e versatile, il nuovo iPad della linea standard.

iPad 8 avrà al suo interno il processore A12, CPU a 6 core e 4 core GPU, che fornirà maggiore velocità, fino al 40% più veloce nella CPU e due volte più potente nella grafica, così da potenziare il versante video ludico o per l’editing multimediale. Sarà compatibile con le tastiere terze parti, così da offrire una maggiore versatilità e un incremento nella produttività.

iPad Air prende il design di iPad Pro, ma con più colori a disposizione. Il nuovo iPad Air è il fratello minore di iPad Pro. Per la prima volta la linea Air infatti cambia design prendendo in prestito quello della serie Pro per quanto riguarda le cornici piatte e il frontale tutto schermo. La nuova forma accoglie una sola videocamera sul retro e grazie ai bordi piatti è possibile agganciare l’Apple Pencil proprio come accade oggi sugli iPad Pro.

Il nuovo tablet è disponibile in cinque diverse colorazioni: la scocca è sempre in alluminio ma oltre ai tradizionali nero e argento, la finitura è disponibile anche in rosa, verde e azzurro ghiaccio. Il display è un Liquid Retina da 10.9″, quindi più ampio rispetto alla gamma di cui prende il posto pur mantenendo gli stessi identici ingombri. Dentro ci sono 3,8 milioni di pixel e tutte le tecnologie che ci si aspetta da un tablet di Apple, quindi finitura anti-riflesso e ampia gamma colore, tra le altre.

Una delle innovazioni più grandi è anche ina di quelle già anticipate nelle scorse settimane: il sensore integrato nel pulsante di Standby. 

iOS 14, iPadOS14, e watchOS 7 disponibili dal 16 settembre.

A margine della conferenza Apple  ha annunciato la data di rilascio dei suoi principali sistemi operativi. Saranno disponibili dal 16 settembre iOS 14 e iPadOS14, oltre a watchOS 7.

Wednesday, 05 August 2020 00:00

Apple: linea iMac e iMac Pro rinnovata.

Apple ha  rinnovato la gamma iMac: nuova CPU, schermo True Tone, solo con unita' disco SSD, il design non cambia.

L’atteso aggiornamento per iMac è arrivato. Giunto con un semplice comunicato stampa e nei tempi previsti, riguarda il modello da 27″ come anche il piu' piccolo con schermo da 21,5" e si incentra su alcune novità interne che incrementano notevolmente le sue prestazioni.

Nei 27″ Apple introduce i nuovi processori Intel da 6 e 8 core di decima generazione  e soprattutto un processore da 10 core, TurboBoost fino a 5,0GHz per prestazioni della CPU fino al 65%  più elevate.

iMac offre fino a 128GB di memoria, il doppio rispetto a prima, per gestire in scioltezza anche le app più impegnative. In base alle informazioni il nuovo iMac 27″ rispetto a quella da 8 core di generazione precedente permette il 65% di velocità in piazza con il plugin Logic Pro X, transcodifica di file ProRes a 8K fino al 40% di veloce con Final Cut Pro X, rendering fino al 35% più veloci con Arnold in Autodesk Maya e fino al 25% di velocità in più nel build time con Xcode.

Nei nuovi iMac 27″ 2020 il calcolo è supportato  anche da una componente grafica AMD Radeon Pro serie 5000 che sfrutta la nuova architettura RDNA di AMD basata su unità di elaborazione ancora più veloci ed efficienti; la GPU garantisce prestazioni grafiche più veloci del 55 percento. A chi utilizza app professionali che richiedono grandi quantità di memoria video, iMac viene presentato anche nella versione con 16GB di memoria video, il doppio rispetto al modello da 27″ di generazione precedente.

Nuovo schermo e  videocamera Full HD

Il nuovo schermo retina da 14,7 milioni di pixel, un miliardo di colori, luminosità di 500 nit e ampia gamma cromatica (P3) offre un superiore livello di nitidezza. Un novità importata da alcuni modelli dei portatili è la possibilità due montare video 4K e l’uso di True Tone. In opzione c’è anche la tecnologia nanotexture, introdotto la stessa del Pro Display XDR; questo riduce i riflessi ed aumenta il contrasto eccezionale per immagini di qualità altissima.

 

Una delle novità più grandi del nuovo iMac 27″ annunciato nelle scorse ore riguarda la nuova tecnologia antiriflesso che Apple chiama nano-texture. Fino ad oggi era presente soltanto sulla versione più costosa dell’Apple Pro Display XDR: una tecnologia per la quale gli utenti devono affrontare una maggiorazione di prezzo, rispetto al pannello in vetro standard. Con l’iMac da 27″ la differenza è di 625 euro, un rincaro che resta comunque piuttosto importante. 

 

Durante la fase di acquisto Apple spiega che «Anche se il vetro standard e il vetro con nanotexture di iMac sono entrambi progettati per ridurre al minimo la riflettanza, per scegliere la versione più adatta a te dovresti comunque tenere conto delle caratteristiche del tuo ambiente di lavoro. Se nell’ambiente in cui lavori è particolarmente complicato controllare l’illuminazione, puoi scegliere l’innovativa versione opacizzata, che ha il vetro trattato con una speciale nanotexture. Solitamente la superficie degli schermi opachi ha un rivestimento che disperde la luce. Ma il problema di questi rivestimenti è che riducono il contrasto, offuscano l’immagine e producono riflessi indesiderati. La nanotexture di iMac, invece, è incisa nel vetro a livello di milionesimi di millimetro. Il risultato è uno schermo con una splendida qualità dell’immagine, che mantiene intatto il contrasto e diffonde la luce per ridurre i riflessi al minimo assoluto».

 

La Videocamera è stata migliorata e offre ora una risoluzione di 1080p. La tecnologia software supportata da processore ISP del chip T2 Security ottimizza la mappatura dei toni, il controllo dell’esposizione e il rilevamento dei volti per una qualità video superiore. In aggiunta alla videocamera migliorata, il chip T2 Security migliora il suono degli altoparlanti, per offrire un’equalizzazione variabile, un suono più bilanciato di assoluta alta fedeltà e bassi più profondi. Infine, i nuovi microfoni in array di qualità professionale garantiscono un audio ottimale per videochiamare con FaceTime o registrare podcast, memo vocali e molto altro direttamente dal Mac.

Oltre a questo tutti i modelli di iMac 27″ hanno di serie l’archiviazione SSD (niente più hard disk tradizionali) con prestazioni fino a 3,4GB/s con capacità, sempre per la prima volta, fino 8TB. Internamente iMac ha anche un processore Apple T2 Security di seconda generazione progettato da Apple con controller di archiviazione e crittografia in tempo reale per tutti i dati salvati sull’unità SSD, che così rimangono sempre protetti.

 

Apple annuncia iMac 21,5 con unità SSD e iMac Pro con nuovo processore.

Apple annuncia l’introduzione sulla gamma iMac 21,5” delle unità di archiviazione SSD e l’introduzione di un processore più potente su iMac Pro in configurazione base.

Per la prima volta il colosso di Cupertino elimina i dischi fissi tradizionali dal suo all-in-one per dotare tutti gli iMac 21,5 pollici di unità SSD più veloci.

Nel modello base è possibile sostituire l’SSD da 256GB con una unità Fusion Drive da 1TB, senza alcun sovrapprezzo. Invece sui modelli superiori a questa possibilità si aggiungono anche opzioni per SSD più capienti da 512GB oppure da 1 Tb.

 

Il modello di fascia top iMac Pro base ora è proposto con il processore più potente Intel Xeon W da 10 core a 3 GHz, in precedenza proposto come opzione di configurazione . Tutte le altre specifiche hardware della macchina rimangono invariate, incluse le opzioni di configurazioni per i processori da 14 e 18 core. 

Apple ha rilasciato gli ultimi aggiornamenti per il sistema operativo macOS ed iOS.

Disponibile l’update a macOS 10.15.6 Catalina.Dalle note tecniche è stata implementata una nuova opzione per ottimizzare lo streaming video su portatili Mac compatibili con HDR ed inoltre risolto un problema per cui alcuni mouse e trackpad USB potevano perdere la connessione.

Disponibile aggiornamento a iOS 13.6 e iPad OS 13.6 con supporto CarKey

Apple ha rilasciato l'aggiornamento a iOS 13.6 e iPadOS 13.6. Supporto per le chiavi digitali per le automobili e una nuova categoria di sintomi nell'app Salute. Questa versione include anche risoluzioni di problemi e miglioramenti.

Nuova versione di watchOS 6.2.8

Tar le novità di questa versione, il supporto per le chiavi digitali per le automobili (tecnologia CarKey).

Disponibile iOS 12.4.8 per i dispositivi meno recenti e quindi non compatibili con iOS 13, introduce importanti aggiornamenti di sicurezza ed è consigliato a tutti gli utenti.


Torna alle NEWS

Individuata una falla nel Domain Name System (DNS) di Windows Server, gli utenti sono invitati ad aggiornare i loro sistemi prima possibile.

La vulnerabilità è denominata “SigRed”  (CVE-2020-1350) e secondo i ricercatori di Check Point riguarda Windows Server dalla versione 2003 alla 2019. La vulnerabilità è “wormable” permettendo in altre parole a cybercriminali di prendere il controllo di più macchine insieme o provocare danni ingenti. 

Microsoft è stata messa al corrente della vulnerabilità e ha risolto il problema con gli ultimi update, invitando gli utenti a scaricare prima possibile gli aggiornamenti.

La patch in questione è la terza pubblicata recentemente da Microsoft per altrettanti importanti problemi di sicurezza individuati nei suoi sistemi operativi. A inizio del mese sono state corrette le falle CVE-2020-1425 e CVE-2020-1457 individuate in Windows 10 e nelle edizioni Server della piattaforma che consentivano l’esecuzione arbitraria di codice da remoto e il furto di informazioni.