Wednesday, 05 August 2020 00:00

Apple: linea iMac e iMac Pro rinnovata.

Apple ha  rinnovato la gamma iMac: nuova CPU, schermo True Tone, solo con unita' disco SSD, il design non cambia.

L’atteso aggiornamento per iMac è arrivato. Giunto con un semplice comunicato stampa e nei tempi previsti, riguarda il modello da 27″ come anche il piu' piccolo con schermo da 21,5" e si incentra su alcune novità interne che incrementano notevolmente le sue prestazioni.

Nei 27″ Apple introduce i nuovi processori Intel da 6 e 8 core di decima generazione  e soprattutto un processore da 10 core, TurboBoost fino a 5,0GHz per prestazioni della CPU fino al 65%  più elevate.

iMac offre fino a 128GB di memoria, il doppio rispetto a prima, per gestire in scioltezza anche le app più impegnative. In base alle informazioni il nuovo iMac 27″ rispetto a quella da 8 core di generazione precedente permette il 65% di velocità in piazza con il plugin Logic Pro X, transcodifica di file ProRes a 8K fino al 40% di veloce con Final Cut Pro X, rendering fino al 35% più veloci con Arnold in Autodesk Maya e fino al 25% di velocità in più nel build time con Xcode.

Nei nuovi iMac 27″ 2020 il calcolo è supportato  anche da una componente grafica AMD Radeon Pro serie 5000 che sfrutta la nuova architettura RDNA di AMD basata su unità di elaborazione ancora più veloci ed efficienti; la GPU garantisce prestazioni grafiche più veloci del 55 percento. A chi utilizza app professionali che richiedono grandi quantità di memoria video, iMac viene presentato anche nella versione con 16GB di memoria video, il doppio rispetto al modello da 27″ di generazione precedente.

Nuovo schermo e  videocamera Full HD

Il nuovo schermo retina da 14,7 milioni di pixel, un miliardo di colori, luminosità di 500 nit e ampia gamma cromatica (P3) offre un superiore livello di nitidezza. Un novità importata da alcuni modelli dei portatili è la possibilità due montare video 4K e l’uso di True Tone. In opzione c’è anche la tecnologia nanotexture, introdotto la stessa del Pro Display XDR; questo riduce i riflessi ed aumenta il contrasto eccezionale per immagini di qualità altissima.

 

Una delle novità più grandi del nuovo iMac 27″ annunciato nelle scorse ore riguarda la nuova tecnologia antiriflesso che Apple chiama nano-texture. Fino ad oggi era presente soltanto sulla versione più costosa dell’Apple Pro Display XDR: una tecnologia per la quale gli utenti devono affrontare una maggiorazione di prezzo, rispetto al pannello in vetro standard. Con l’iMac da 27″ la differenza è di 625 euro, un rincaro che resta comunque piuttosto importante. 

 

Durante la fase di acquisto Apple spiega che «Anche se il vetro standard e il vetro con nanotexture di iMac sono entrambi progettati per ridurre al minimo la riflettanza, per scegliere la versione più adatta a te dovresti comunque tenere conto delle caratteristiche del tuo ambiente di lavoro. Se nell’ambiente in cui lavori è particolarmente complicato controllare l’illuminazione, puoi scegliere l’innovativa versione opacizzata, che ha il vetro trattato con una speciale nanotexture. Solitamente la superficie degli schermi opachi ha un rivestimento che disperde la luce. Ma il problema di questi rivestimenti è che riducono il contrasto, offuscano l’immagine e producono riflessi indesiderati. La nanotexture di iMac, invece, è incisa nel vetro a livello di milionesimi di millimetro. Il risultato è uno schermo con una splendida qualità dell’immagine, che mantiene intatto il contrasto e diffonde la luce per ridurre i riflessi al minimo assoluto».

 

La Videocamera è stata migliorata e offre ora una risoluzione di 1080p. La tecnologia software supportata da processore ISP del chip T2 Security ottimizza la mappatura dei toni, il controllo dell’esposizione e il rilevamento dei volti per una qualità video superiore. In aggiunta alla videocamera migliorata, il chip T2 Security migliora il suono degli altoparlanti, per offrire un’equalizzazione variabile, un suono più bilanciato di assoluta alta fedeltà e bassi più profondi. Infine, i nuovi microfoni in array di qualità professionale garantiscono un audio ottimale per videochiamare con FaceTime o registrare podcast, memo vocali e molto altro direttamente dal Mac.

Oltre a questo tutti i modelli di iMac 27″ hanno di serie l’archiviazione SSD (niente più hard disk tradizionali) con prestazioni fino a 3,4GB/s con capacità, sempre per la prima volta, fino 8TB. Internamente iMac ha anche un processore Apple T2 Security di seconda generazione progettato da Apple con controller di archiviazione e crittografia in tempo reale per tutti i dati salvati sull’unità SSD, che così rimangono sempre protetti.

 

Apple annuncia iMac 21,5 con unità SSD e iMac Pro con nuovo processore.

Apple annuncia l’introduzione sulla gamma iMac 21,5” delle unità di archiviazione SSD e l’introduzione di un processore più potente su iMac Pro in configurazione base.

Per la prima volta il colosso di Cupertino elimina i dischi fissi tradizionali dal suo all-in-one per dotare tutti gli iMac 21,5 pollici di unità SSD più veloci.

Nel modello base è possibile sostituire l’SSD da 256GB con una unità Fusion Drive da 1TB, senza alcun sovrapprezzo. Invece sui modelli superiori a questa possibilità si aggiungono anche opzioni per SSD più capienti da 512GB oppure da 1 Tb.

 

Il modello di fascia top iMac Pro base ora è proposto con il processore più potente Intel Xeon W da 10 core a 3 GHz, in precedenza proposto come opzione di configurazione . Tutte le altre specifiche hardware della macchina rimangono invariate, incluse le opzioni di configurazioni per i processori da 14 e 18 core. 

Apple ha rilasciato gli ultimi aggiornamenti per il sistema operativo macOS ed iOS.

Disponibile l’update a macOS 10.15.6 Catalina.Dalle note tecniche è stata implementata una nuova opzione per ottimizzare lo streaming video su portatili Mac compatibili con HDR ed inoltre risolto un problema per cui alcuni mouse e trackpad USB potevano perdere la connessione.

Disponibile aggiornamento a iOS 13.6 e iPad OS 13.6 con supporto CarKey

Apple ha rilasciato l'aggiornamento a iOS 13.6 e iPadOS 13.6. Supporto per le chiavi digitali per le automobili e una nuova categoria di sintomi nell'app Salute. Questa versione include anche risoluzioni di problemi e miglioramenti.

Nuova versione di watchOS 6.2.8

Tar le novità di questa versione, il supporto per le chiavi digitali per le automobili (tecnologia CarKey).

Disponibile iOS 12.4.8 per i dispositivi meno recenti e quindi non compatibili con iOS 13, introduce importanti aggiornamenti di sicurezza ed è consigliato a tutti gli utenti.


Torna alle NEWS

Individuata una falla nel Domain Name System (DNS) di Windows Server, gli utenti sono invitati ad aggiornare i loro sistemi prima possibile.

La vulnerabilità è denominata “SigRed”  (CVE-2020-1350) e secondo i ricercatori di Check Point riguarda Windows Server dalla versione 2003 alla 2019. La vulnerabilità è “wormable” permettendo in altre parole a cybercriminali di prendere il controllo di più macchine insieme o provocare danni ingenti. 

Microsoft è stata messa al corrente della vulnerabilità e ha risolto il problema con gli ultimi update, invitando gli utenti a scaricare prima possibile gli aggiornamenti.

La patch in questione è la terza pubblicata recentemente da Microsoft per altrettanti importanti problemi di sicurezza individuati nei suoi sistemi operativi. A inizio del mese sono state corrette le falle CVE-2020-1425 e CVE-2020-1457 individuate in Windows 10 e nelle edizioni Server della piattaforma che consentivano l’esecuzione arbitraria di codice da remoto e il furto di informazioni.

Tuesday, 23 June 2020 00:00

Apple WWDC 2020: le novita' in arrivo!

 

WWDC 2020: Apple annuncia il nuovo macOS Big Sur.

La prossima evoluzione del sistema operativo Apple per i computer Mac si chiamerà Big Sur (macOS 11.0) : l'annuncio in occasione dell'evento WWDC 2020. Arriverà in versione definitiva in autunno – vanta varie nuove caratteristiche, molte delle quali sono “sotto il cofano” e che riguardano i futuri Mac con processori con architettura ARM.

WWDC 2020: macOS Big Sur è l’erede di Catalina.

L’update porterà con sé anzitutto un significativo restyling dell’interfaccia che interesserà gran parte degli elementi. Il look & feel godrà di importanti ritocchi apportati agli elementi che compongono la UI tanto da far affermare al gruppo di Cupertino che si tratta del “più grande upgrade al design dall’arrivo di Mac OS X”. Previsti aggiornamenti per diverse applicazioni integrate nella piattaforma, a partire da Messaggi che riceverà funzionalità inedite per la comunicazione. Lo stesso vale per Mappe che godrà delle stesse caratteristiche introdotte su iOS 14. In arrivo novità anche per Catalyst dedicate alla compatibilità cross-platform del codice scritto dagli sviluppatori. Passi in avanti anche per il browser Safari sul fronte di performance, privacy e sicurezza.

Questi i  Mac sui quali sarà possibile installare macOS 11 Big Sur:

MacBook 2015 e seguenti, MacBook Air 2013 e seguenti, MacBook Pro 2013 e seguenti, Mac mini 2014 e seguenti, iMac 2014 e seguenti, iMac 2017 e seguenti, Mac Pro 2013 e seguenti.

 

Il Mac passa dai processori Intel ai processori Apple.

Apple lancia la bomba alla WWDC 2020 e annuncia l’arrivo di processori proprietari per i Mac: è il momento per la Mela di prendere il controllo totale dei propri desktop e notebook.

Come accade su iPhone, anche su Mac Apple vuol prendere il controllo totale della macchina. Non solo per quanto concerne il software, ma adesso anche per quel che riguarda l’hardware. Era una mossa aspettata: Apple sta ripercorrendo su macOS quanto fatto su iPhone. Del resto, il prossimo macOS Big Su eredita molto dai sistemi operativi mobili per quel che riguarda grafica e funzionalità. Ovviamente non si tratterà di un unico processore, ma di una vera e propria famiglia di processori, che naturalmente andrà ad equipaggiare i vari Mac e Macbook che la società presenterà nel futuro. Si tratta di un cambiamento epocale.

Apple ha rassicurato tutti per quel che riguarda la compatibilità software. Microsoft ed Adobe saranno le prime società a collaborare con Apple per rendere le proprie applicazioni compatibili con il nuovo processore. Durante l’evento è stato anche mostrato il funzionamento di Photoshop, Lightroom, Powerpoint, Word ed Excel.

Bisognerà adesso attendere l’annuncio sul primo modello di Mac che adotterà questo nuovo processore.

Apple ha svelato oggi l’anteprima di iOS 14, introducendo novità per la Home Screen con widget dal nuovo design e l’App Library, un nuovo modo per accedere all’App Store con App Clips, novità per Messaggi e altro ancora.

L’anteprima per gli sviluppatori di iOS 14 è disponibile gli iscritti all’Apple Developer Program su developer.apple.com a partire da oggi; la beta pubblica sarà disponibile il mese prossimo per gli utenti iOS su beta.apple.com. Le nuove funzioni software saranno disponibili in autunno come aggiornamento software gratuito per iPhone 6s e modelli successivi.

Arriverà dunque a settembre dopo una lunga serie di beta. Al momento, oltre alle funzioni principali di cui parliamo in questo articolo, la domanda che più pressa chi ci legge è: l’aggiornamento sarà compatibile con il mio iPhone e iPad? La risposta è “molto probabilmente sì”, perchè in pratica Apple ha scelto di mantenere il supporto anche di telefoni decisamente vecchi, come iPhone SE e iPhone 6s e anche di iPad abbastanza datati.

Apple ha presentato in anteprima watchOS 7, che porta sullo smartwatch della Mela nuovi strumenti di personalizzazione e nuove funzioni per la salute e il fitness.

È possibile personalizzare il proprio Apple Watch come mai prima, con quadranti da condividere e opzioni per scoprirne di nuovi. A questo si aggiungono le funzioni di monitoraggio del sonno, rilevamento del lavaggio delle mani, nuovi tipi di allenamenti tra cui la danza, e una nuova funzione per la salute dell’udito, che permettono di avere un quadro ancora più dettagliato dello stato di benessere generale.

Apple sottolinea che utte queste novità funzionano nel pieno rispetto della privacy. In più, ora l’app Mappe include anche le indicazioni stradali per chi si sposta in bicicletta e Siri traduce le parole tra varie lingue.

La versione beta di watchOS 7 è disponibile su developer.apple.com per gli sviluppatori iscritti all’Apple Developer Program. Per la prima volta, dal mese prossimo gli utenti di watchOS potranno accedere a una beta pubblica su beta.apple.com. watchOS 7 sarà disponibile questo autunno come aggiornamento software gratuito per Apple Watch Series 3, Apple Watch Series 4 e Apple Watch Series 5 abbinati a un iPhone 6S o modello successivo con iOS 14 o successivo.

Thursday, 11 June 2020 00:00

Le attese per la WWDC 2020

Apple  WWDC 2020 dal prossimo 22 giugno.

Apple presenterà un iMac con nuovo design alla WWDC20. Il design attuale è ancora bello ma in voga forse da troppo tempo: alla conferenza WWDC20 Apple presenterà un iMac completamene rinnovato, anche nel design, con uno stile in linea con altri dispositivi di Cupertino. Voci sempre piu' insistenti indicano che quest’anno alla conferenza degli sviluppatori Apple, che inizia il 22 giugno, non solo è previsto l’annuncio dei primi computer Mac con processori ARM, quindi l’inizio dell’addio a Intel  ...pare che verra' svelato anche un nuovo modello iMac, una macchina completamente rinnovata, anche nel design.

 

macOS 10.15.5, disponibile aggiornamento supplementare.

Apple ha rilasciato un aggiornamento supplementare per macOS 10.15.5. L'update "fornisce importanti miglioramenti alla sicurezza ed è consigliato a tutti gli utenti".

Apple ha rilasciato iOS 13.5.1 e iPadOS 13.5.1

Apple blocca la vulnerabilità che permetteva effettuare il jailbreak sui dispositivi iOS.

Disponibile la versione definitiva di watchOS 6.2.6

Questa release “include importanti aggiornamenti di sicurezza ed è consigliata a tutti gli utenti”..


Torna alle NEWS

Disponibile l’update a macOS 10.15.5 con nuova funzione per controllare lo stato della batteria nei portatili.

Apple ha rilasciato la versione definitiva dell’update che porta macOS Catalina alla versione 10.15.5.

Apple spiega che l’update a macOS 10.15.5 (build 19F96)  “migliora la stabilità, l’affidabilità e le prestazioni del Mac ed è consigliato a tutti gli utenti”.  macOS Catalina 10.15.5 introduce  la gestione dello stato della batteria nelle impostazioni Risparmio Energia dei computer portatili, un’opzione per controllare il primo piano automatico delle finestre video nelle chiamate FaceTime di gruppo e controlli per regolare accuratamente la calibrazione integrata di Pro Display XDR. 

 

Gestione dello stato della batteria

• Gestione dello stato della batteria per aiutarti a estendere al massimo la durata della batteria dei Mac portatili.

• Il pannello delle preferenze Risparmio Energia adesso mostra le condizioni della batteria e indica se è consigliabile richiedere assistenza.

• Opzione per disabilitare la gestione dello stato della batteria.

 

Preferenza per il primo piano automatico in FaceTime

• Opzione per controllare il primo piano automatico durante le chiamate FaceTime di gruppo e fare in modo che i riquadri video non cambino di dimensione quando un partecipante parla.

Regolazione accurata della calibrazione di Pro Display XDR

• Controlli per regolare accuratamente la calibrazione integrata di Pro Display XDR impostando il punto di bianco e la luminanza per adattarli perfettamente alle tue esigenze.

L’aggiornamento include inoltre risoluzioni di problemi e altri miglioramenti:

• Risolto un problema che poteva impedire a Promemoria di inviare notifiche per i promemoria periodici.

• Risolto un problema che poteva impedire l’inserimento della password nella schermata di login.

• Risolto un problema per cui Preferenze di Sistema poteva continuare a mostrare un badge di notifica anche dopo aver installato un aggiornamento.

• Risolto un problema che poteva impedire il rilevamento della videocamera integrata quando si tentava di utilizzarla dopo aver usato un’app per videoconferenze.

• Risolto un problema dei Mac con chip di sicurezza Apple T2 per cui gli altoparlanti interni potevano non comparire come dispositivo audio di uscita nelle preferenze Suono.

• Risolto un problema di stabilità con il caricamento e il download di file multimediali dalla libreria foto di iCloud mentre il Mac è in stato di stop.

• Risolto un problema di stabilità durante il trasferimento di grandi quantità di dati su volumi RAID.

• Risolto un problema per cui l’opzione “Riduci movimento” nelle preferenze Accessibilità non riduceva la velocità delle animazioni nelle chiamate FaceTime di gruppo.

L'update a macOS 10.15.5 è a  disponibile anche come download separato dal sito Apple in versione “combo” (opzione comoda per aggiornare più Mac, senza bisogno di avviare il download dell’update su più macchine).

Ricordiamo che macOS Catalina è  disponibile come aggiornamento software gratuito per i Mac prodotti a partire dalla metà del 2012.

 

Apple ha rilasciato inoltre Security Update 2020-003 per i sistemi operativi meno recenti, con update per macOS 10.14 Mojave e macOS 10.13 High Sierra.

È stato corretto un lungo elenco di potenziali vulnerabilità, che interessavano varie aree del sistema: accesso all’account utente, Wi-Fi, gestione audio, AirDrop, driver grafici Intel, kernel, ecc.


Torna alle NEWS

Apple ha rilasciato l’aggiornamento alla versione definitiva di iOS e iPadOS 13.5.

iOS 13.5 rende più rapido l’accesso al campo di inserimento del codice sui dispositivi dotati di Face ID quando indossi una mascherina e introduce lle API per le notifiche di esposizione per supportare le app delle autorità sanitarie pubbliche per il monitoraggio del contatto con il COVID-19. L’aggiornamento introduce anche un’opzione per controllare il primo piano automatico dei riquadri video nelle chiamate FaceTime di gruppo e include risoluzioni di problemi e altri miglioramenti.

Oltre all’aggiornamento a iOS 13.5 e iPadOS 13.5, piccola sorpresa per gli utenti dei dispositivi iOS più datati,  Apple ha rilasciato l’aggiornamento a iOS 12.4.7, destinato ai vecchi iPhone e iPad che non possono essere aggiornati a iOS 13 / iPad OS 13. Genericamente che l’aggiornamento iOS 12.4.7 “migliora la sicurezza ed è consigliato a tutti gli utenti”. Si tratta di un update minore, utile a risolvere inconvenienti minori e integrare correzioni concernenti la sicurezza.

L’aggiornamento in questione può essere installato dagli utenti di iPhone 5s, iPhone 6, dagli utenti con la prima generazione di iPad Air, la seconda generazione di iPad mini e la sesta generazione di iPod touch.


Torna alle NEWS

Tuesday, 05 May 2020 00:00

Apple MacBook Pro: il nuovo 13" 2020.

Apple presenta MacBook Pro 13” 2020 con nuova tastiera e più spazio di archiviazione.

Apple introduce il nuovo MacBook Pro 13” 2020. Si tratta di un sostanzioso aggiornamento hardware che lascia invariati design e ingombri della macchina, per concentrarsi sul rinnovo delle componenti interne.

Nuovi i processori Intel Core di decima generazione con incrementi delle prestazioni che per il comparto grafico vengono indicati nell’ordine dell’80%. Tutte le macchine sono dotate di processori quad core, mentre in alcuni modelli viene raddoppiata la dotazione di RAM che diventa da 16GB con tecnologia a 3.733 MHz.

Invece su tutti i modelli, inclusi quelli base, Apple ha incrementato lo spazio di archiviazione: finalmente abbandonati agli SSD da 128GB ormai uno spazio insufficiente anche per l’uso occasionale, tanto meno per quello professionale e lavorativo. Per tutte le versioni di MacBook Pro 13” 2020 si parte con SSD da 256GB. Nelle due versioni “base” l’utente può scegliere unità SSD fino alla capacità massima di 2 terabyte, mentre nelle due versioni superiori, rispettivamente con SSD da 512GB e 1 terabyte, è possibile optare per configurazioni fino a be 4 terabyte.

Il nuovo portatile mette a disposizione la tastiera Magic Keyboard migliorata, che abbandona i pulsanti con meccanismo a farfalla per tornare a una versione rivista del meccanismo a forbice, risultando più pratica, comoda e resistente, come già visto nei MacBook Pro 16”. A differenza del top da gamma e anche contrariamente a quanto indicato da numerose segnalazioni, Apple non ha incrementato la diagonale del display a 14” che rimane quindi a 13” come già da diversi anni a questa parte. 

 

Torna alle NEWS

Soluzioni in kit per la riapertura. Prodotti tutela Covid-19.

Terminata la fase 1 dell'emergenza, e' importante pianificare gia' da ora le attivita' di riapertura e considerare quali soluzioni adottare per garantire la sicurezza all'interno dei luoghi di lavoro e nei punti vendita in generale. 

Soluzioni su misura per garantire la salute dei dipendenti e della propria clientela. Siamo al vostro fianco e possiamo supportarvi nella fase di riapertura. This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

FACE TEMP ACCESS 

Dispositivo di controllo accessi e controllo temperatura.

Rileva contemporaneamente la temperatura corporea e la presenza della mascherina, integrabile in tornelli specifici.

Ideale per utilizzo in ambienti quali aziende, scuole, uffici, magazzini, negozi, farmacie e ovunque vi sia afflusso di pubblico.

 

AIR PURE SANIFICATED SANIFICATORE PORTATILE

Sanihaze è un generatore di nebbia sanificante, portatile, progettato per disinfettare piccoli e grandi ambienti. 

Ideale per ospedali, asili, scuole, mezzi mobili, uffici, magazzini, negozi e ovunque le persone debbano lavorare. 

 

SPEEDFACE CONTROL

Dispositivo di controllo accessi e controllo temperatura rileva contemporaneamente la temperatura corporea e la presenza della mascherina 

Ideale per aziende, scuole, uffici, magazzini, negozi, e ovunque vi sia afflusso di pubblico. 

 

TERMOCAMERA Hl-END

Telecamera per il controllo della temperatura. Kit composto da una telecamera e dal relativo Black Body per il rilevamento della temperatura corporea sino a 6 metri di distanza e sino a 16 persone contemporaneamente. 

Ideale per aziende, scuole, aeroporti, centri commerciali e ovunque vi sia un importante afflusso di pubblico.

 

PARASPRUZZI

Dispositivi di protezione personale. Barriere in plexyglass con profilo in alluminio. Disponibili in formati standard o su misura, ideali per banconi, scrivanie, pareti divisorie e tavoli. 

Ideale ovunque vi sia necessità di separazione tra le persone, in ambienti come scuola, uffici, negozi, ristoranti, bar ecc..