Tuesday, 27 April 2021 00:00

Big Sur: importante aggiornamento 11.3 e nuovo iOS 14.5

Disponibili iOS e iPadOS 14.5 con importante fix per la sicurezza.

iOS 14.5 e iPadOS 14.5 sono disponibili al pubblico. Questo aggiornamento è indispensabile soprattutto per chi utilizza AirTag perché ne permette il funzionamento, ma come tutti gli aggiornamenti di sistema è consigliato per tutti i dispositivi che lo supportano perché, oltre a introdurre nuove funzioni, va a correggere tutti quei bug e quelle falle di sistema che potrebbero comprometterne la sicurezza.

Tra le novità più importanti c’è la possibilità di utilizzare un Apple Watch come sistema di autenticazione secondario per Face ID e l’abilitazione della funzione di trasparenza sul tracciamento delle applicazioni, oltre a diverse novità per Siri, Mappe, News e l’app Podcast.

 

Disponibile aggiornamento a macOS Big Sur 11.3.

Apple ha rilasciato l’aggiornamento a macOS Big Sur 11.3, integra il supporto per AirTag, risolve un problema con i monitor 4K e altri bug.

Integra non solo alcune nuove funzionalità ma anche aggiornamenti relativi alla sicurezza.

I dispositivi Apple basati su sistema operativo macOS sono stati, a quanto pare, a lungo esposti ad una grave vulnerabilità ora risolta con l’aggiornamento macOS Big Sur 11.3. Il problema è stato reso pubblico negli ultimi giorni, precisando tutto quanto ha preceduto l’update di sicurezza rilasciato. La scoperta è firmata dal ricercatore Cedric Owens.

Il bug di macOS

Un errore nella routine, consentiva a specifici file di bypassare tutti i controlli fino ad arrivare alla libera esecuzione senza problema alcuno.

La scoperta di Cedric Owens è relativa a file appositamente sviluppati in grado di aggirare in qualche modo i controlli insiti nel sistema di sicurezza di macOS, fino a portare all’esecuzione di codice arbitrario. Un file opportunamente confezionato avrebbe potuto fare di macOS ciò che avrebbe voluto, fino al controllo pressoché completo di applicazioni e dati. 

La segnalazione ha consentito ad Apple di approfondire il problema fino a giungere ad una spiegazione. Non si sarebbe trattato di un vero e proprio bug in termini di codifica, ma di una sorta di vulnerabilità logica nella programmazione. Si sarebbero verificati tentativi di exploit risalenti a pochi mesi fa, ma la sensazione è che il problema non sia mai effettivamente deflagrato, o almeno non se ne segnalano casi ulteriori. Con l’aggiornamento del sistema operativo il bug è risolto e mette completamente al riparo il sistema da eventuali attacchi di questo tipo, nei quali sarebbe potuto bastare un click improvvido per mettere in grave pericolo il proprio Mac.

 

Disponibile inoltre watchOS 7.4: introdotta la funzionalita' per iPhone X e modelli successivi per sbloccare iPhone utilizzando Face ID e indossando comunque la mascherina.


Torna alle NEWS